Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quasi raddoppiati i negozi che non hanno il divieto

La crisi aiuta Fido ad entrare nei negozi


La crisi aiuta Fido ad entrare nei negozi
29/08/2010, 18:08

Tutto sommato, un piccolo vantaggio questa crisi la sta portando a chi ama gli animali. Secondo una ricerca dell'Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa), il numero degli esercizi commerciali che ha eliminato il cartello di divieto di accesso per i cani è aumentato del 76%. Improvviso amore per gli animali? No, molto più pragmaticamente un modo per cercare di recuperare il padrone. Infatti sono molti coloro che, avendo un cane, preferiscono scegliere un negozio che accolga il loro amico a quattro zampe. Rimane difficile a Roma, Firenze e Venezia, ma anche a Rimini. Invece sono rimasti pochi i centri commerciali che mantengono il divieto.
Naturalmente il cane deve essere portato secondo le limitazioni previste dalla legge: guinzaglio corto, museruola al seguito, da mettere all'animale a richiesta del gestore o di un cliente. Ma comunque meglio che lasciarli magari fuori ad uggiolare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©