Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sale il numero dei suicidi

La crisi uccide due imprenditori a Salerno e Milano


La crisi uccide due imprenditori a Salerno e Milano
08/05/2012, 21:05

MILANO - Sale ancora il numero dei suicidi. Nella sola giornata di oggi, tre sono i decessi avvenuti per il peso delle difficoltà economiche.
A Salerno un operaio di 64 anni, Angelo Coppola, si è tolto la vita nella sua casa a San Valentino Torio. Si è ucciso usando un fucile da caccia regolarmente denunciato. Aveva accanto a sé la foto della figlia, morta due anni prima. Lascia la moglie. Accanto al corpo dell'uomo è stato rinvenuto un biglietto su cui c'era scritto: “Senza lavoro non si può vivere”.Il cadavere, è stato rinvenuto dai familiari nella tarda mattinata, quando sono rincasati. Angelo era disoccupato dal dicembre scorso quando la ditta per la quale lavorava, non avendo più commesse, era stata costretta a rinunciare alle sue prestazioni.
L'operaio, è stato accertato inoltre, era assillato da numerosi problemi economici, tra questi anche il prossimo matrimonio del primo figlio. Dolore e rabbia nel centro dell'agro sarnese nocerino dove tutti ricordano Angelo come un onesto lavoratore dedito alla famiglia. Sul posto sono giunti i carabinieri della locale stazione per i rilievi del caso. La salma è stata restituita ai familiari dopo un esame esterno effettuato dal medico legale.
A Milano, invece, un 60enne, titolare di un'azienda in crisi si è impiccato a Cesate. A trovare il cadavere, alle 17.30 nei boschi del parco delle Groane, sono stati dei passanti che hanno allertato i carabinieri della compagnia di Rho. L'uomo ha lasciato un biglietto: aveva difficoltà a pagare i debiti ed ha preferito il folle gesto.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©