Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Apparterrebbero al boss latitante Matteo Messina Denaro

La Dia sequestra beni alla mafia per 550 milioni


La Dia sequestra beni alla mafia per 550 milioni
27/01/2010, 09:01

PALERMO - Colpo grosso della Direzione Investigativa Antimafia e del Gico della Guardia di Finanza: attraverso un paziente lavoro sono riusciti a ricostruire tutta la ragnatela dei beni gestiti da Rosario Cascio, un imprenditore agrigentino di 75 anni, già condannato con sentenza passata in giudicato per associazione mafiosa. Cascio è considerato uno dei cassieri del boss mafioso Matteo Messina Denaro, considerato uno dei più pericolosi ancora in circolazione. I beni sequestrati oggi rappresentano l'imtero patrimonio intestato a Cascio, a cominciare dalle sue ditte per la fabbricazione del calcestruzzo.
Già un anno fa allo stesso imprenditore agrigentino furono confiscati beni per oltre 400 milioni di euro

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©