Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Sentito anche il giornalista Gabriele Parpiglia

La fidanzata di Corona: "Tornava a casa con buste con 25 mila euro"


Corona e la fidanzata sulle pagine di 'Chi'
Corona e la fidanzata sulle pagine di "Chi"
20/04/2017, 17:30

MILANO - Finito l'esame dell'imputato, nel processo contro Fabrizio Corona in corso a Milano oggi si è iniziato con i testimoni della difesa. 

Innanzitutto è stato sentito il giornalista Gabriele Parpiglia che, sia pure in modo colorito, ha negato di sapere che Corona avesse soldi nascosti nel controsoffitto di casa di Francesca Persi o nelle cassette di sicurezza in Austria. E' toccato poi alla fidanzata di Corona, Silvia Provvedi. La quale ha detto che il suo fidanzato, quando lavorava, tornava a casa con buste dove c'erano fino a 25 mila euro in contanti. E ha raccontato: "Io ero a conoscenza di tutto il suo lavoro - ha aggiunto - e vi posso raccontare la sua giornata tipo. Alle 9 andava in palestra, poi in ufficio e io andavo a prenderlo intorno alle 21, il tempo di fare la spesa, cose che fa una coppia normale, e poi alle 22 doveva rientrare. Ha sempre lavorato moltissimo e si concedeva pochi svaghi. Questo creava anche un un clima pesante per la coppia". L'accenno alle ore 22 è perchè Corona era sottoposto agli obblighi del Tribunale di Sorveglianza, dato che stava scontando le condanne per i suoi precedenti reati. 

Insomma, la Provvedi ha confermato la tesi difensiva della difesa, già esposta da Corona durante il suo interrogatorio. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©