Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Violano la legge italiana e quella europea"

La Fiom presenta ricorso contro le newco di Pomigliano e Mirafiori


La Fiom presenta ricorso contro le newco di Pomigliano e Mirafiori
16/04/2011, 15:04

ROMA - Lunedì mattina la Fiom passerà dall'opposizione sindacale all'opposizione giuridica contro la Fiat sugli stabilimenti di Pomigliano d'Arco, in provincia di Napoli, e di Mirafiori, a Torino. Infatti verrà presentato ricorso all'autorità giudiziaria sulla costituzione delle newco (abbreviazione di new company, cioè nuove società) che stanno riassumendo gli operai mesis in cassa integrazione dalla Fiat, ma con un contratto con nuove caratteristiche, molto meno rispettose dello Statuto dei lavoratori e molto lontane dal Contratto Collettivo nazionale dei lavoratori. Ed è proprio questo uno dei motivi del ricorso: per legge, quando si effettua un trasferimento d'azienda, le leggi che regolano la vecchia gestione passano alla nuova. Inoltre si tratta di una soluzione, quella della Fiat, con una pesante connotazione antisindacale, dato che la Fiom è stat esclusa dalle contrattazioni sulla newco. Il che ha anche riflessi sulla costituzionalità della situazione, dato che la libertà di associazione è garantita dalla Carta Costituzionale.
Insomma, un altroi atto di questa vertenza, sempre sotto la spada di Damocle del ricatto dell'ad Fiat Sergio Marchionne: o si fa come dice lui o lui chiude tutto, come a Termini Imerese.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©