Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Bel Paese

La "fotografia" della famiglia povera in Italia


La 'fotografia' della famiglia povera in Italia
08/12/2010, 18:12

ROMA - "I genitori-single con figli, i precari con un contratto temporaneo, i senza-lavoro e le persone a basso reddito. La mappa delle difficolta' delle famiglie alla presa con le rate del mutuo e' tracciata da una tabellina contenuta nello studio pubblicato dai ricercatori Silvia Magri e Raffaella Pico della Banca d'Italia".
Così riporta l'Ansa in apertura di articolo, in merito a quella che viene definita "L'identikit della famiglia in difficoltà". L'agenzia di stampa precisa che, in particolare l'Italia, è insieme alla Spagna il paese con la più alta percentuale (4,9%) di famiglie incapaci di pagare le rate tra i sette paesi europei che sono stati presi in analisi. C'è infatti un preoccupante 19% di disoccupati che non è in grado di pagare il mutuo (contro un più mitigato 5,4% registrato in Francia). Inoltre, come intuibile, non sono di certo solo i disoccupati coloro che non sono in grado di onorare i proprio debiti. Anche l'8,4% dei titolari di un part-time, infatti, si dice incapace di coprire con il proprio stipendio le consuete "comode rate mensili" proposte dalle varie finanziarie. Per coloro che hanno un contratto temporaneo, invece, si arriva al 7,9% di indebitati insolventi.
Sempre secondo l'Ansa "contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non sono i giovani a trovarsi in difficolta', bensi' le famiglie con un capofamiglia tra i 45 e i 54 anni: 6,1% e' la percentuale di insolvenza, contro il 2,8% degli under-35". I pagatori migliori, in maniera difficilmente prevedibile, sono invece i pensionati (con un percentuale d'insolvenze pari al 3,7). Le più deboli, comunque, restano le famiglie composte da genitori single (1 su 10 non riesce a pagare il mutuo).

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©