Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gesto pesantissimo, usato tra Paesi in lotta tra di loro

La Francia richiama l'ambasciatore per gli attacchi del governo italiano


L'ambasciata francese a Roma
L'ambasciata francese a Roma
07/02/2019, 16:07

PARIGI (FRANCIA) - Era dal 1940 e dalla dichiarazione di guerra di Mussolini che l'Italia non era il guerra contro la Francia. Ed oggi, dopo tanti anni, la situazione è di nuovo tesa come allora. Come dimostra la decisione del governo francese di richiamare l'ambasciatore dall'Italia. Nel comunicato che annuncia la decisione, si fa riferimento agli "attacchi senza precedenti" del governo italiano contro la Francia. E il comunicato prosegue: ""Le ultime ingerenze sono una provocazione ulteriore e inaccettabile, violano il rispetto dovuto all'elezione democratica fatta da un popolo amichevole e alleato e il rispetto che i governi democratici e liberamente eletti si devono reciprocamente. Per diversi mesi la Francia è stata oggetto di ripetute accuse, attacchi infondati e pretese assurde". 

E' chiaro il riferimento sia alle accuse di colonialismo del M5S mediante il franco coloniale, sia all'incontro del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio con i gilet gialli, che in ogni manifestazione mettono a ferro e fuoco le città francesi. Ed è chiaro che questi comportamenti non potevano essere accolti a cuor leggero dal governo francese. E non è una scusante che i grillini l'abbiano fatto solo per gaudagnare consenso con il proprio elettorato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©