Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Avviata rogatoria in Tunisia per il sequestro dello yacht

La Guardia di Finanza perquisisce la casa di Bossi Jr.


La Guardia di Finanza perquisisce la casa di Bossi Jr.
01/05/2013, 09:10

MILANO - La Procura di Milano si è mossa immediatamente: appena il Corriere della Sera ha pubblicato le fotografie dello yacht Stella (questo è il suo nome) ancorato a Port El Kantaoui, in Tunisia, subito è partita la rogatoria internazionale verso le autorità di quel Paese per sequestrare l'imbarcazione, in quanto corpo del reato. Contemporaneamente la Guardia di Finanza ha proceduto alla perquisizione della casa milanese di Riccardo Bossi, per cercare i documenti dello yacht o qualcosa che lo ricolleghi a Stefano Alessandri, che dovrebbe essere la persona usata come prestanome per l'acquisto dell'imbarcazione. 
L'attuale segretario della Lega Nord Roberto Maroni ha preso le distanze dalla vicenda, dichiarando che chiederà il sequestro dell'imbarcazione se si dovesse accertare che è stata acquistata con i soldi della Lega. E intanto ha incaricato un esperto di verificare i conti, per trovare l'uscita dei soldi necessari per l'acquisto dell'imbarcazione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©