Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La guardia di finanza sequestra tre quintali di tonno e pesce spada novello


La guardia di finanza sequestra tre quintali di tonno e pesce spada novello
08/10/2012, 12:20

I militari della Sezione Operativa Navale di Salerno, nell’ambito della intensificazione dei servizi di polizia economico - finanziaria e repressione dei traffici illeciti sul mare disposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli, hanno sequestrato fra la Costiera Amalfitana, il Cilento e Salerno, quasi tre quintali di tonno rosso e pesce spada ancora allo stato novello pari a un centinaio di esemplari.

I sequestri sono scattati nei Comuni di Amalfi, Maiori, Camerota, Agropoli e Salerno, sia in mare, sia nelle aree portuali ed anche all’interno di una pescheria.

Deferiti all’Autorità Giudiziaria sei responsabili, che per  la maggior parte sono risultati essere pescatori non professionisti, dediti al diporto ed evidentemente anche alla pesca vietata. Tutti dovranno rispondere delle specifiche violazioni previste dalla normativa nazionale e comunitaria che tutela la salvaguardia delle specie ittiche.

Il pescato è stato sottoposto a visita da parte dei veterinari dell’A.S.L. SA – Distretto 66, che nella maggior parte dei casi lo hanno ritenuto in cattivo stato di conservazione a causa dell’interruzione della catena del freddo e, pertanto, è stato distrutto. Solo in un due casi il prodotto, dichiarato edibile, è stato devoluto in beneficenza ad istituti caritatevoli della città.

Il danno arrecato da questo tipo di attività è notevole, se si considera che la cattura di esemplari così piccoli determina un grave rischio per la corretta riproduzione della specie.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©