Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Guardia di finanza soccorre 6 persone a largo di Capo Posillipo


La Guardia di finanza soccorre 6 persone a largo di Capo Posillipo
14/07/2012, 12:07

Anche quest’estate il Reparto Operativo Aeronavale di Napoli ha incrementato l’attività operativa nelle acque costiere della Campania, primariamente per adempiere ai propri compiti di polizia economico finanziaria sul mare e lungo la costa, ma anche integrando gli esistenti dispositivi di sorveglianza marittima finalizzati alla sicurezza della navigazione.

L’11 luglio 2012, intorno alle ore 16:00, la motovedetta “V.2033” della dipendente Stazione Navale della Guardia di Finanza di Napoli nel corso di una crociera operativa, ha individuato, a largo di Capo Posillipo, due giovani , ormai allo stremo delle forze, che stavano, invano, cercando di ritornare a nuoto sul loro natante, alla deriva con il motore in avaria, dove c’erano altre quattro persone.

I ragazzi, al verificarsi dell’avaria, si erano tuffati in mare, cercando di raggiungere la costa per chiedere ausilio, ma per la forza della corrente avevano deciso di riguadagnare il bordo, nel frattempo il loro natante si era spostato e loro non erano più riusciti a raggiungerlo, restando in balìa del mare.

I due naufraghi G.P. di anni 22 e T.G. di anni 20 e gli occupanti del natante T.A. di anni 38, F.M. di anni 40, I.D. di anni 22 e P.F. di anni 27, tutti originari di Napoli, sono stati tratti, quindi, in salvo e condotti nel porto di Mergellina .

La costante disponibilità operativa dei mezzi navali e degli elicotteri del Corpo della Guardia di Finanza in Campania, costituisce una importante integrazione degli esistenti assetti di soccorso e sorveglianza e, in questa, come in altre numerose occasioni, l’intervento dei militari e dei mezzi aeronavali è stato determinate per la sicurezza e la salvaguardia della vita umana in mare.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©