Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Il giudice ha emanato il verdetto e condanna Hauswirth

La guerra dei coniglietti di cioccolato è vinta da Lindt

Gli austriaci lamentano però l’enorme potere del colosso

La guerra dei coniglietti di cioccolato è vinta da Lindt
26/03/2012, 20:03

MILANO – La Pasqua è alle porte ma un’azienda austriaca dovrà fare ameno dei suoi coniglietti di cioccolato dopo una diatriba finita in tribunale. Parliamo della viennese Konditor Hauswirth, storica azienda dolciaria fondata nel 1949 nel centro di Vienna da Franz Hauswirth senior. Per oltre mezzo secolo ha prodotto coniglietti di cioccolato assieme alle produzioni più tradizionali di tavolette e barrette e alle diverse sagome carine e che richiamano personaggi distribuite a Natale, Halloween e altre ricorrenze, facendone un punto di forza della propria strategia commerciale.
Proprio però a ridosso della ricorrenza più cioccolatosa che c’è, come la Pasqua un giudice ha deciso che non lo potranno più realizzare i coniglietti al cioccolato accovacciati, ricoperti di carta dorata e decorati con un bel nastro al collo perché ritenuti troppo simili ai «Gold bunny» svizzeri del colosso Lindt & Spruengli.
Quest’ultimo  infatti si era rivolto al tribunale proprio per l'eccessiva somiglianza del concorrente austriaco, ed effettivamente il giudice ha riconosciuto che i consumatori possano essere indotti in confusione; così gli austriaci,  a malincuore e convinti che il verdetto sia stato influenzato dal potere del colosso svizzero, hanno dovuto sostenere le spese legali per una somma di 56mila euro, hanno oscurato dal sito della Hauswirth  e sperano che non ci sarà una richiesta di indennizzo da parte dei concorrenti. Ma i responsabili della Hauswirth  non hanno voluto nascondere la loro amarezza per quanto accaduto, anche perché convinti di essere nel giusto e al posto del coniglietto oscurato hanno aggiunto la scritta “Vietato da Lindt”.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©