Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Presentato il progetto

La I Municipalità mette a dieta il cassonetto


.

La I Municipalità mette a dieta il cassonetto
21/11/2012, 15:11

NAPOLI - Sensibilizzare e coinvolgere i cittadini in un processo condiviso che porti ad una riduzione del volume complessivo dei rifiuti urbani prodotti attualmente in Campania. In sintesi é questo "Mettiamo a dieta il cassonetto", il progetto promosso ed ideato dalle associazioni  "Fare Verde onlus"  e "Nuovo Avvenire" con i contributi dell'assessorato regionale all'ecologia, del forum nazionale dei giovani e della I Municipalità. È proprio nelle scuole dalla I municipalità ha avuto inizio la fase pilota del progetto, che ora toccherà gli istituti scolastici di tutte le provincie della regione Campania.

L'obiettivo è quello di riuscire a far si che non solo i cittadini, ma anche le imprese e gli amministratori, prendano coscienza delle proprie responsabilità in tema di rifiuti.

“Abbiamo aderito con convinzione al progetto – dice l’assessore alla scuola della I Municipalità, Alberto Pierantoni – perché riteniamo fondamentale l’educazione ambientale, fin dai banchi di scuola. In una città come Napoli, che ha patito una emergenza rifiuti clamorosa e drammatica, è fondamentale l’impegno per la riduzione a monte dell’immondizia. Siamo certi che questa iniziativa produrrà effetti positivi, visto l’entusiasmo riscontrato negli studenti già coinvolti”.

Intanto dalla Regione prosegue il lavoro per evitare sanzioni dall'Ue. “Stiamo tenendo fede ai programmi che ci siamo dati, di intesa con lì’Unione europea, per l’approvazione del piano regionale dei rifiuti – fa sapere l’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano – bisogna però realizzare gli impianti, perché senza impianti il ciclo industriale dei rifiuti non si chiude. La raccolta differenziata da sola non basta, è il punto di partenza, dobbiamo però arrivare al 65%”. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©