Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Ha visitato i reparti della struttura

La Iervolino visita i bimbi dell'ospedale Pausilipon


La Iervolino visita i bimbi dell'ospedale Pausilipon
06/08/2010, 17:08

NAPOLI - Visita del sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino oggi all'ospedale pediatrico Pausillipon. Il primo cittadino, accompagnato dall'assessore all'Infanzia Alfredo Ponticelli, dal direttore generale della struttura Annamaria Minicucci e dal direttore sanitario Elisabetta Pietroluongo, si è prima intrattenuta con il personale medico per conoscere la situazione dell'ospedale e, successivamente, si é recato in visita nel reparto del day-hospital. Il sindaco ha espresso "grande sentimento di orgoglio e di gratitudine" per quanti operano al Pausillipon definito "un punto di eccellenza fatto di altissima professionalità altissima, ma anche di tanta umanità e amore per i bambini". E per rendere meno gravosa la permanenza dei piccoli degenti, il sindaco Iervolino ha donato all'ospedale alcune playstation e giochi per consentire ai bambini di svagarsi e giocare. "In me - ha aggiunto Iervolino - c'é sempre un coesistere del ruolo di sindaco e di nonna e, dunque, mi sento in qualche modo di poter esprimere la gratitudine delle famiglie i cui figli sono qui curati con amore ed efficacia". Ad oggi presso il Pausillipon, come detto dal direttore generale Minicucci, sono occupati sia i 30 posti ordinari che i 20 di day-hospital. Un ospedale che a seguito del piano ospedaliero varato dalla giunta regionale, acquisirà il polo pediatrico del Santobono, le strutture dell'Annunziata e i reparti di chirurgia pediatrica e di pediatria del Cardarelli. "Da parte nostra - ha affermato Minicucci - c'é la massima attenzione e disponibilità nell'accogliere le nuove figure nel rispetto della professionalità sia per quanto concerne l'integrazione del personale che per quanto riguarda lo svolgimento delle attività". Nell'ospedale, saranno inoltre realizzati, un centro di risveglio pediatrico dal coma 'unico in Italia', un trauma center e posti letto per la rianimazione pediatrica. "Questo ospedale - ha concluso l'assessore Ponticelli - è un riferimento non solo per Napoli e la Campania, ma per tutto il Paese".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©