Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La legge 40 non piace a nessuno


La legge 40 non piace a nessuno
11/02/2009, 15:02

Più passa il tempo e più aumentano le persone che, avendo avuto a che fare con una legge ideologica come la legge 40 sulla fecondazione assistita, sono rimaste pesantemente deluse. E così secondo un sondaggio fatto tra coloro che ne hanno usufruito, l'80% si sente svantaggiato rispetto a coloro che praticano la fecondazione assistita in altri Paesi europei; il 77% si dichiara convinto che la legge penalizzi chi ha meno risorse economiche; la stessa percentuale è convinta che l'introduzione della legge 40 abbia diminuito le possibilità di avere figli; il 71% che la legge sia troppo ideologica; tra questi, oltre la metà sono i cattolici.
Che la legge 40 fosse pessima da ogni punto di vista, l'avevano detto tutti gli esperti del ramo; indirettamente l'hanno affermato anche gli stessi esponendi del Governbo Berlusconi che la approvarono, quando rifiutarono di far conoscere i dati sul numero di gravidanze ottenute con la legge 40 (era previsto un monitoraggio con cadenza annuale); a poco a poco l'hanno scoperto anche gli italiani. Ma nessuno ne trae le ovvie e logiche conclusioni, evidentemente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©