Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non si hanno notizie dei 6 marinai a bordo

La Libia sequestra un altro peschereccio italiano


La Libia sequestra un altro peschereccio italiano
02/12/2010, 14:12

MAZZARA DEL VALLO (TRAPANI) - Ancora una volta la Libia ha deciso di ricattare l'Italia, usando il solito metodo: il sequestro dei pescherecci. Ieri è toccato al Daniela L., iscritto alla Capitaneria di Porto di Mazzara del Vallo, in provincia di Trapani. Sembra che il sequestro dell'imbarcazione e dei sei marinai che ci sono a bordo sia avvenuto ieri sera verso le 21, ma solo questa mattina si è saputo. Inoltre è certo che il natante si trovava in acque internazionali. Il problema, che permane da oltre 30 anni, è che la Libia non si accontenta del limite di 12 miglia (circa 20 chilometri) per il limite delle acque nazionali - come da normative internazionali - ma vogliono siano considerate tali tutto lo spazio di mare compreso nel Golfo della Sirte (fino a 50 Km. dalla costa).
In base a quanto si sa finora, il peschereccio si trova ora nel porto di Bengasi, anche se non si sa come stanno i tre mazaresi e i tre tunisini che ne formano l'equipaggio. Inoltre il Blue-box - che funge funzioni simili al Gps, ma trasmette anche la posizione del natante alla base - era in avaria,

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©