Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Nel mirino le dichiarazioni a “Servizio Pubblico”

La Margherita denuncia Lusi: 5-10 mln di risarcimento

La mossa dei legali: accusa di diffamazione

La Margherita denuncia Lusi: 5-10 mln di risarcimento
13/03/2012, 14:03

ROMA - Quell’intervista rilasciata da Luigi Lusi alla trasmissione tv “Servizio Pubblico”, nella quale l’ex tesoriere tirava in ballo, nel processo che lo vede coinvolto, l’intero partito guidato da Rutelli, alla Margherita proprio non va giù. Gli ex dirigenti del partito di Rutelli, infatti, hanno deciso di abbandonare la via della querela, così come avevano annunciato, per intraprendere un’azione civile, davanti al tribunale di Roma. Si tratta di una richiesta di risarcimento danni, per una somma compresa tra i 5 e i 10 milioni di euro.
La decisione di procedere in questo modo contro il senatore Lusi, è stata presa nella serata di ieri, al termine di un incontro tra i referenti legali della Margherita che hanno discusso del caso specifico: l’irritazione degli ex amici di partito di Lusi non riguarderebbe solo quanto affermato nel corso di “Servizio Pubblico”, ma anche il contenuto diffamatorio di un articolo apparso nei giorni scorsi tra le pagine del quotidiano “Libero”. La denuncia per diffamazione a carico dell’ex tesoriere della Margherita sarà depositata nei prossimi giorni: sarà il professore Salvatore Patti, ordinario di diritto privato alla Sapienza, a curarne gli aspetti formali e sostanziali. 

IL PRECEDENTE
Nei giorni scorsi Lusi, in un’intervista televisiva, ha detto di essersi limitato ad eseguire ciò che gli veniva detto di fare, e ha attaccato gli ex vertici della Margherita sulla gestione dei fondi del partito, dicendo che se lui dovesse parlare “succede un casino” in grado di far saltare il centrosinistra. Lusi è accusato di avere sottratto diversi milioni di euro dalle casse della Margherita. Finora il senatore, espulso dal Pd, ha ammesso di avere sottratto complessivamente circa 13 milioni, ma si è detto disposto a restituirne 5.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©