Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

LA MARTINELLI INDAGATA PER TENTATO OMICIDIO: NON AVEVA 'VISTO LA RAGAZZA IN GIRO'


LA MARTINELLI INDAGATA PER TENTATO OMICIDIO: NON AVEVA 'VISTO LA RAGAZZA IN GIRO'
19/01/2009, 20:01

Stefania Martinelli è indagata anche per tentato omicidio. L’accusa si riferisce ad un agguato avvenuto nel 2000 a Casal di Principe. L’udienza preliminare per la moglie di Giuseppe Setola (nella foto) si terrà il prossimo ventisette gennaio. La donna è attualmente detenuta nella casa circondariale femminile di Pozzuoli, per detenzione illegale e ricettazione di arma e per ricettazione di denaro; la difesa, affidata all’avvocato Nicola Garofalo, ha presentato oggi richiesta di riesame al Tribunale della Libertà. La Martinelli è finita in carcere dopo il blitz a Trentola Ducenta, quando Setola riuscì a sfuggire ai carabinieri calandosi in una botola nelle fogne. L’accusa di tentato omicidio, procedimento pendente nell’ambito del quale la Martinelli è imputata a piede libero perché il Tribunale della Libertà ritenne che non v’erano indizi per sottoporla a una misura di custodia cautelare, è nata da una intercettazione telefonica di una conversazione, secondo gli inquirenti, tra la donna e il marito. Nell’intercettazione si sentirebbe la Martinelli che dà indicazioni a Setola, ritenuto mandante del fallito omicidio, sull’obiettivo della missione, Raffaele Zippo, considerato appartenente ad un clan rivale. “Non ho visto la ragazza in giro”, furono le parole della Martinelli. Secondo gli inquirenti si trattava di un segnale in codice, un sistema “codificato” per dire, in realtà, di non riuscire a vedere Zippo.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Il Napoli è già da considerarsi una big d'Europa?