Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Blitz agenzia delle entrate, controllati più di 100 locali

La Movida di Milano nel “mirino” del Fisco


La Movida di Milano nel “mirino” del Fisco
29/01/2012, 09:01

MILANO – Il fisco colpisce la Milano della bella vita, quella dei locali, quella della movida per intenderci. Dopo Cortina e Roma, è toccato alla città capoluogo della Lombardia, ricevere la “visita” dei funzionari dell’agenzia delle entrate che hanno eseguito controlli e verifiche a sorpresa nei locali più frequentati del sabato sera. I locali al setaccio , secondo quanto si apprende da altre fonti giornalistiche, sarebbero un centinaio tra discoteche, ristoranti e bar.  L’operazione è scattata nella serata di ieri e proseguita  nel cuore della notte è ha visto coinvolti oltre gli 007 del fisco, anche la polizia municipale e funzionari dell’Inps,  che hanno controllato gli  scontrini fiscali, la regolarità delle licenze, dei certificati antincendio e dei contratti di lavoro.
Le zone battute, quelle delle movida meneghina,  Navigli, Brera, corso Como, corso Garibaldi, corso Vercelli.  Gli ispettori dell'Agenzia delle entrate e dell'Inps si sono presentati  nei locali  prima dell'apertura, tra le 18.30 e le 19, per poi andare via al momento della chiusura, intorno alle due di notte.
Circa sette ore trascorse interamente nei pressi delle casse: per controllare l'emissione dello scontrino e soprattutto per poter comparare l'incasso di fine serata con quello dei sabati precedenti.
"Sono arrivati prima dell'apertura e ci hanno annunciato che resteranno qui fino all'orario di chiusura del locale",  ha detto all’ANSA  Alessandro Provolo, amministratore della società che gestisce la birreria bavarese con cucina 'Kapuziner Platz', in via Ascanio Sforza, zona Navigli. "Presumo - ha aggiunto - che vogliano confrontare gli incassi di stasera con quelli di sabato scorso. Noi siamo tranquilli, verificheranno che l'incasso è in linea". "E' giusto che facciano i controlli per vedere chi è in regola" ha detto Luca Sassi, giovane gestore del locale 'Spritz Navigli', anch'egli alle prese con la visita degli ispettori. "Noi siamo in regola e lo saremo sempre. E chi è in regola - ha concluso Sassi - non teme nessuno".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©