Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

LA NAPOLI DEI FURTI ILLUSTRI


LA NAPOLI DEI FURTI ILLUSTRI
05/03/2008, 10:03

Tra i tanti furti, che vengono commessi quotidianamente in una grande città, spiccano sicuramente quelli che vengono compiuti ai danni dei simboli istituzionaili dei luoghi dove accadono. A Napoli, nello stesso giorno, sono sparite un auto nel tribunale di Giustizia e delle apparecchiature elettriche al Gazebo del NauticSud: salone nautico e fiore all'occhiello delle mostre organizzate sul territorio. La macchina scomparsa nel parcheggio del luogo che rappresenta il simbolo della legalità e della sicurezza dei cittadini non è altro che l'ennesima vicenda grottesca che non trova spiegazioni se non in un film comico, soprattutto, se è accaduta all'indomani del dispositivo varato dal ministro Scotti che ha previsto nuovi parcheggi all'interno del Tribunale di Napoli, ben tre per l'esattezza. Stesso discorso per il Nauticsud, a quattro giorni dalla kermesse si è presentato puntuale il reato di furto commesso ovviamente da ignoti. Sul molo Luise, allestito per far provare le barche in acqua a dei potenziali clienti, dei gazebi sono stati divelti e sono state rubate apparecchiature elettroniche. Già l'anno scorso, dopo aver subito un vero e proprio furto senza scasso ad opera di persone addentro l'organizzazione, il patron della kermesse nautica Lino Ferrara, dichiarò di voler trasferire la manifestazione a Roma. L'anno prossimo forse metterà in atto ciò che annunciò l'anno scorso.

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©