Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Guardia di Finanza abborda la nave

La nave Mare Jonio chiede di sbarcare 49 migranti, Salvini dice di no


La nave Mare Jonio chiede di sbarcare 49 migranti, Salvini dice di no
19/03/2019, 09:10

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Nuovo caso Diciotti in arrivo. La nave "Mare Jonio", facente parte del progetto Mediterranea, ha salvato ieri sera 49 migranti e ha chiesto immediatamente un porto sicuro all'Italia dove sbarcare. Il tutto seguendo le norme internazionali, che prevedono di portare i naufraghi nel porto sicuro più vicino (e i campi di concentramento in Libia NON sono un porto sicuro). La Guardia di Finanza prima ha dato loro l'autorizzazione a buttare l'ancora nei pressi dell'isola di Lampedusa (il cosiddetto "punto di fonda"), dopo di che ha abbordato la nave senza autorizzazione, come se l'equipaggio della nave fosse una banda di criminali. Dopo di che questa mattina il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, parlando a Sky Tg24 ha detto che "I porti italiani sono chiusi" e che quindi la Mare Jonio deve sbarcare i migranti altrove. Ed è singolare questa affermazione: quando la Sea Watch volle sbarcare i naufraghi, Salvini disse che doveva andare in Olanda, dato che era una Ong olandese. Mqa la mare Jonio è italiana, batte bandiera italiana e fa parte di una Ong italiana. Perchè non può sbarcare in Italia? 

In realtà il perchè l'ha spiegato Manlio Di Stefano (M5S) questa mattina ad Omnibus, spiegando che questo comportamento serve per costringere l'Europa a prendersi i migranti al di fuori di quelli che sono gli accordi di Dublino. Insomma, questo governo sfrutta le pene e i dolori dei pochi migranti che vengono salvati dalle Ong per la propria propaganda anti-Europea. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©