Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Alan Kurdi resta bloccata in alto mare con 40 migranti

La Open Arms salva altri 69 migranti. Ora sono 121 a bordo


La Open Arms salva altri 69 migranti. Ora sono 121 a bordo
02/08/2019, 15:41

MAR MEDITERRANEO - Comincia a diventare drammatica la situazione nel Mediterraneo. Infatti la Open Arms, dopo aver salvato ieri 52 naufraghi, nella notte ne ha salvati altri 69. Ora ha a bordo 121 persone, in pessime condizioni perchè tutte uscite dai campi di concentramento della Libia. E quindi hanno addosso segni di torture e di percosse. In totale sulla Open Arms ci sono ora cinque minorenni e tre donne incinte, di cui una ha già le contrazioni. La nave si sta dirigendo verso l'Italia, che è il porto sicuro più vicino. 

Mentre resta bloccata al largo dell'isola di Lampedusa la Alan Kurdi, con il suo carico rdi 40 migranti, di cui due bambini e una donna incinta. Uno dei bambini ha un proiettile nella spalla. Sarebbe necessario un ricovero immediato per dei controlli, ma anche su di loro il Ministro dell'Interno vuole giocare la solita partita del "Qui non sbarca nessuno". Incurante delle sofferenze che vengono inflitte ai naufraghi oppressi dal sole di questi giorni e dal mare che sta diventando mosso. E che si tratti della solita propaganda da due soldi fatta sulla pelle dei più deboli lo dimostrano le dichiarazioni dello stesso Salvini: "La verità vera è che noi abbiamo dovuto organizzarci da soli". Cosa falsa, visto l'aiuto che stiamo ricevendo dalla Ue. 

Intanto oggi la Procura di Agrigendo ha disposto il dissequestro della nave Mare Jonio, della Ong Mediterranea. E anche lei andrà a cercare di salvare qualche decina di migranti, visto che la Marina italiana si rifiuta di farlo per ordine del Ministero dell'Interno Matteo Salvini. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©