Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Polizia interrompe un summit di camorra ed arresta latitante e 4 pregiudicati


La Polizia interrompe un summit di camorra ed arresta latitante e 4 pregiudicati
23/06/2012, 09:06

Era sfuggito alla cattura già il 26 gennaio e poi il 29 marzo scorso e, nel tardo pomeriggio di oggi, Fabio MAGNETTI, di 23 anni, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia Secondigliano. Il latitante, infatti, è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per concorso in associazione per delinquere di tipo mafioso, aggravato dal metodo mafioso. I poliziotti lo hanno arrestato nel corso di un summit di camorra, all’interno di un’abitazione di un pregiudicato, nel rione Berlingieri. Inutile il tentativo di far fuggire il giovane in un nascondiglio segreto, ricavato in un tunnel da cui si poteva accedere dal terrazzo attraverso una porta in ferro, previa apertura grazie un pulsante. MAGNETTI, facente parte di un gruppo criminale in espansione denominato “Vannella Grassi”, così come altri pregiudicati e fedeli seguaci, si legò dapprima al Clan Di Lauro e, successivamente, a seguito della faida, si legò con gli Scissionisti del Clan Amato-Pagano, motivo per il quale tutti gli aderenti furono soprannominati i “Girati”, formando così una nuova associazione “Magnetti-Petriccione”, decapitata lo scorso gennaio. I poliziotti oltre a MAGETTI hanno arrestato, perché responsabili del reato di favoreggiamento i pregiudicati: Luca DI PINTO, di 26 anni, Joanderson MONACO, 26anni, Giuseppe MELE, 35 anni e Vincenzo ESPOSITO, di 57 anni, conosciuto come “O Porche”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©