Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I sindacati stufi dei continui tagli alle loro risorse

La Polizia protesta sotto la villa di Arcore


La Polizia protesta sotto la villa di Arcore
09/12/2010, 11:12

ARCORE (MONZA E BRIANZA) - Stanno manifestando in molte località italiane i poliziotti di tutte le sigle sindacali, contro le scelte del governo che stanno tagliando loro le risorse. In molti Comuni le macchine non hanno più carburante e vanno avanti grazie ai buoni che possono essere spesi presso alcuni distributori convenzionati. Inutile dire che sia a livello di sicurezza che di costi per lo Stato, un conto è rifornirsi all'interno del parcheggio di una Stazione di Polizia e ben altro è rifornirsi in mezzo alla strada come qualunque cittadino, magari facendo 10 minuti di fila, a rischio che proprio in quel momento si venga chiamati per una emergenza. Inoltre molte autovetture sono fuori uso per guasti meccanici per cui non ci sono i soldi per ripararle; con l'ultima finanziaria di luglio, sono stati congelati anche ai poliziotti (come a tutti i dipendenti pubblici) gli stipendi per i prossimi quattro anni; non vengono pagati gli straordinari arretrati anche da tre o quattro anni; in alcuni casi non vengono pagati neanche gli affitti delle stazioni di Polizia (famoso il caso di quella di Cefalù, dove presta servizio il vicequestore Manfredi Borsellino, figlio di Paolo); e così via.
E per protestare, un centinaio di agenti si sono dati appuntamento proprio davanti villa San Martino, la residenza del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ad Arcore, in provincia di Monza e Brianza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©