Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La prescrizione blocca il processo contro Radio Vaticana


La prescrizione blocca il processo contro Radio Vaticana
14/10/2009, 17:10

"Non doversi procedere per intervenuta prescrizione": questa la sentenza con cui la Terza Sezione della Corte di Appello di Roma ha chiuso il processo contro il Cardinale Roberto Tucci per le emissioni elettromagnetiche nocive dell'antenna di Radio Vaticana. Sentenza di "assoluzione per morte del reo" nei confronti di oadre Pasquale Borgomeo, deceduto due mesi fa.
Il processo nasce per le denunce degli abitanti che vivono nelle vicinanze della gigantesca antenna di Radio Vaticana. Infatti questa radio non usa ripetitori per trasmettere il proprio segnale al di là della linea dell'orizzonte; preferisce usare una gigantesca e potentissima antenna a forma di croce, che ha una potenza molto superiore a quella di tutti gli altri. Ma l'elettrosmog creato così - secondo le denunce - crea malattie negli abitanti delle zone limitrofe: cancri e leucemie, a volte anche nei bambini, in misura molte volte superiore alle medie statistiche. Per questo era stato fatto il processo, ma il reato contestato ("getto di cose") ha una prescrizione molto breve e il processo è andato prescritto. Anche se le trasmissioni continuano, l'inquinamento elettromagnetico anche e le malattie continuano a diffondersi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©