Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'inchiesta sulla P3 va avanti

La Procura di Roma chiede il rinvio a giudizio per Dell'Utri e Verdini

Richiesta anche per Carboni, Martino e Lombardi

La Procura di Roma chiede il rinvio a giudizio per Dell'Utri e Verdini
03/01/2012, 16:01

ROMA - L’inchiesta sulla P3 continua e la Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio del coordinatore del Pdl Denis Verdini, del senatore Marcello Dell’Utri e altre 18 persone. Sono tutti accusati di aver violato la legge Anselmi per aver partecipato ad un’associazione “caratterizzata dalla segretezza degli scopi, dell’attività e della composizione del sodalizio e volta a condizionare il funzionamento di organi costituzionali e di rilevanza costituzionale”.
Per lo stesso reato rischiano il processo anche l’imprenditore Flavio Carboni, l’ex assessore comunale di Napoli  Arcangelo Martino e l’ex giudice tributario Pasquale Lombardi, attualmente agli arresti domiciliari. Ritornano sul banco delle prove le testimonianze del coordinatore del Pdl Verdini, che nel 2010 raccontò nell’ambito di una prima inchiesta sulla P2, come aveva conosciuto Carboni, Lombardi e Martino, presentati da Marcello Dell’Utri.
Nel filone d’inchiesta legato al business dell’eolico in Sardegna, invece, è stato chiesto il rinvio a giudizio per il governatore della Regione Ugo Cappellacci, accusato di abuso d’ufficio in merito alla nomina di Ignazio Farris all’Agenzia Regionale per l’Ambiente della Sardegna.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©