Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

In caso di esito positivo, salterebbe l'udienza preliminare

La Procura di Teramo chiede il rito immediato per Parolisi

Il provvedimento firmato da Ferretti, Aloisi e Rosati

La Procura di Teramo chiede il rito immediato per Parolisi
12/01/2012, 16:01

 TERAMO - Non cambia di una virgola la tesi della Procura di Teramo, secondo la quale Salvatore Parolisi avrebbe ucciso e poi occultato il corpo della moglie Melania Rea, ritrovata lo scorso 20 aprile nel boschetto di Ripe di Civitella del Tronto. Il capo dell'ufficio Gabriele Ferretti e i sostituti Greta Aloisi e Davide Rosati hanno firmato il provvedimento con il quale chiedono il rito immediato per Salvatore Parolisi.
Il marito di Melania Rea, secondo la Procura, va processato per l'omicidio volontario della moglie, reato aggravato da crudeltà, dal rapporto familiare, dalla minorata difesa della vittima e dal successivo occultamento di cadavere. In caso di accoglimento della richiesta, non si svolgerebbe l'udienza preliminare, ma si andrebbe direttamente al processo.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©