Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sparito un altro quadro prezioso dal Comune di Napoli

La Procura sulle tracce del Lupin di Palazzo San Giacomo

In queste ore ispezioni a tappeto in tutti gli uffici

.

La Procura sulle tracce del Lupin di Palazzo San Giacomo
18/03/2011, 15:03

NAPOLI – Nelle stanze comunali, ennesimo furto misterioso. Dopo la sparizione del bozzetto seicentesco di Luca Giordano, raffigurante San Nicola, sembra infatti volatilizzato via nel nulla, anche un paesaggio bomerano di Gennaro Villani.
Intanto, la Procura di Napoli è già a lavoro. A seguire le delicatissime indagini, che potrebbero riservare inaspettati colpi di scena, Giovanni Melillo, uno dei magistrati più competenti dell’intero organico cittadino. Diverse, le piste che i carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio artistico, stanno visionando. La prima, quella più accreditata in queste ore, vede quale colpevole del raid, una mano esperta che ben conosce gli uffici defraudati. Una persona di fiducia insomma, almeno in apparenza. L’altro filone, punta invece il dito, su qualcuno che solo occasionalmente ha libero accesso alle stanze del primo cittadino. Non è escluso poi, che i due dipinti debbano ancora essere piazzati sul mercato clandestino.
Intanto, è in corso in queste ore, un vera e propria ispezione su ampia scala, per accertare l’eventuale mancanza di altre opere d’arte. Non ci resta che attendere, le brutte sorprese potrebbero infatti aumentare. Nel 2005, l’ultimo episodio simile, quando sparirono durante il trasporto verso Napoli, i dipinti del pittore Giuseppe De Nittis.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©