Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Questura di Napoli riorganizza i propri uffici


La Questura di Napoli riorganizza i propri uffici
19/01/2013, 12:27

La Questura di Napoli riorganizza i propri uffici attraverso le movimentazioni di numerosi Dirigenti e Funzionari.

 

Prosegue quindi il rafforzamento degli organici direttivi della Squadra Mobile partenopea. Dopo l’arrivo della Dottoressa Barbara Strappato, proveniente dalla Questura di Potenza, si sono aggiunti il Dottor Giuseppe Testaì, già dirigente della Squadra Mobile di Pisa ed il Dottor Stefano Iuorio, Vice Dirigente del Commissariato di Castellammare di Stabia.

Altra novità di rilievo è l’arrivo alla Dirigenza dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, del Dottor Michele Spina, storico Dirigente del Commissariato di Scampia. Il nuovo incarico, oltre che assumere una maggiore dimensione operativa, ha lo scopo di trasferire sul piano cittadino tutta l’esperienza maturata in questi lunghi anni di lotta territoriale al radicato fenomeno dello spaccio legato ai clan del noto Quartiere napoletano. Nell’incarico il Dottor Spina sarà collaborato dal nuovo Vice Dirigente, la Dottoressa Antonella Andria, già Vice Dirigente del Commissariato Decumani. Al Commissariato di Scampia, giunge invece, al termine del corso di perfezionamento per Primi Dirigenti, il Dottor Cristiano Tatarelli che apporterà ulteriori arricchimenti professionali grazie all’esperienza professionale acquisita durante la Dirigenza della Squadra Mobile di Latina.

 

Nell’ambito della riorganizzazione degli Uffici centrali e territoriali della Questura di Napoli le novità riguardano inoltre:

il dottor Eduardo Battista, che da Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale diventerà Dirigente della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale; il Dottor Giovanni  Mandato dalla Questura di Caserta assumerà la Dirigenza del Commissariato di Nola; il Dottor Giovanni Trabunella da Dirigente della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale diventerà il Dirigente dell’Ufficio Personale della Questura; il Dottor Pasquale De Lorenzo che lascia la Dirigenza del Commissariato Giugliano per assumere quella di Castellammare di Stabia; la Dottoressa Rossella Zingaro, assume la Dirigenza del Commissariato di Torre Annunziata, la Dottoressa Fabiola Mancone, al termine del corso di perfezionamento per Primi Dirigenti della Polizia di Stato assume definitivamente la Dirigenza del Gabinetto Interregionale di Polizia Scientifica; il Dottor Aldo Mannella lascerà invece la  Dirigenza del Commissariato di Torre Annunziata per assumere quella del Commissariato di Giugliano;  la Dottoressa Rosa Angelo, dall’Ufficio Personale alla Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale; il Dottor Sergio Di Mauro al Commissariato Afragola dal Commissariato Poggioreale dove arriva il dottor Salvatore Piemonte; il Dottor Pasquale Toscano assume la  Vice dirigenza del Commissariato Decumani ed il Dottor Francesco Mainardi quella del Commissariato di Castellammare di Stabia; il Dottor Arturo De Leone che dal Commissariato Vicaria-Mercato andrà a fare il Vice Dirigente al Commissariato San Carlo Arena; la Dottoressa Maria Antonietta Ferrara da Vice Dirigente del Commissariato San Carlo Arena sarà il nuovo Dirigente del Commissariato Pianura; la Dottoressa Monica Flaminio, già Vice Dirigente del Commissariato San Giovanni Barra verrà assegnata al Commissariato Ponticelli quale Vice Dirigente; la Dottoressa Ludovica Carpino, dall’Ufficio Tecnico Logistico andrà all’Ufficio Personale; la Dottoressa Livia Nicodemo dall’Ufficio Prevenzione Generale al Commissariato Vicaria – Mercato; il Dottor Lorenzo Gentile, dall’Ufficio Prevenzione Generale al Commissariato San Giovanni Barra quale Vice Dirigente; il Dottor Gennaro Feo dall’Ufficio Prevenzione Generale al Commissariato Decumani; la Dottoressa Simona Romano dall’Ufficio Prevenzione Generale al Commissariato Giugliano quale Vice Dirigente. Infine il Dottor Domenico Avallone, il Dottore Gian Vito Zazo ed il Dottor Giovanni Monaco andranno a rafforzare l’Ufficio Prevenzione Generale quali funzionari addetti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©