Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verrà proposta solo un'ora su Rainews 24

La RAI cancella la diretta su RAI 3 del No B-Day


La RAI cancella la diretta su RAI 3 del No B-Day
03/12/2009, 14:12

ROMA - Mancano due giorni ad una prima assoluta nel mondo: una manifestazione politica, di ampio respiro, organizzata attraverso Facebook e la rete. E' il "No Berlusconi Day", che si terrà il 5 dicembre a Roma, con partenza da piazza della Repubblica alle 14.30 e arrivo a piazza San Giovanni, dove sul palco si alterneranno attori (Dario Fo, Franca Rame), personaggi dello spettacolo (Ascanio Celestini), ma anche magistrati e soprattutto esponenti di quella base che quasi mai può esprimersi. Secondo gli organizzatori, i partecipanti saranno 350 mila; ma al di là dei numeri, si stanno organizzando trasferte in pullman da ogni parte d'Italia, addirittura alcuni treni speciali. Insomma, una vera invasione pacifica della capitale, sotto il simbolo del viola, il colore che rappresenta questa manifestazione.
Per una prima di questo genere, un po' di copertura televisiva sarebbe stato il minimo. E la neodirettrice di RAI3 Bianca Berlinguer aveva fatto regolare richiesta al Consiglio di Amministrazione di viale Mazzini per un'ora di diretta, tra le 17 e le 18. Ma il Presidente Mauro Masi ha negato la diretta su RAI3, autorizzandola solo, per lo stesso periodo di tempo, su Rainews 24, canale satellitare con un bacino di utenza molto più ridotto di un canale nazionale. La decisione ha scatenato la reazione del Consigliere RAI Nino Rizzo Nervo, che ha dichiarato: "La decisione di negare al TG3 la possibilità di realizzare un approfondimento con dirette dalla piazza sulla manifestazione di sabato prossimo, la prima in Italia organizzata dalla Rete, è molto grave e lede i poteri e l’autonomia del direttore di testata. Spero che la direzione generale torni sui suoi passi e che anche il nuovo direttore di Rai3, al quale spettano le decisioni sul "suo" palinsesto, appoggi con convinzione e determinazione la richiesta di Bianca Berlinguer".
Anche il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro protesta contro l'oscuramento della diretta RAI:
"Ci appelliamo alla presidenza della Rai e alla commissione di Vigilanza per un ripensamento altrimenti sarà la prova che il servizio pubblico segue due pesi e due misure: solo perchè si tratta di una manifestazione non di regime ma contro il regime viene negata al Paese la possibilità di conoscere l’altra versione dei fatti sul governo Berlusconi".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©