Cronaca / Rosa

Commenta Stampa

le donne controllano più di 20 mila miliardi di dollari

la ricchezza sta cambiando pelle, largo alle donne


la ricchezza sta cambiando pelle,  largo alle donne
10/10/2010, 13:10

Roma, 10 ott. - (Ign) - Perché la ricchezza sta cambiando pelle e le signore con il patrimonio che conta crescono sempre di più nel mondo. I numeri sono stati messi in evidenza anche da studi recenti. I dati di Boston Consulting Group (Bcg) rivelano che le donne controllano una ricchezza globale pari a più di 20 mila miliardi di dollari. Ovvero rappresentano il 27% del totale del patrimonio investito. Tradotto, signica che quasi un ricco su tre è donna. Certo in tutto il pianeta la ricchezza femminile non è egualmente distribuita. Secondo l'elaborazione dell'Associazione italiana private banking (Aipb) sono le donne nordamericane (in testa con il 33% sul totale del patrimonio mobiliare investibile), australiane (31%) e neozelandesi (29%) ad essere più facoltose rispetto alle occidentali (26%). Limitandoci al nostro territorio, le signore che controllano la ricchezza in Italia sono il 37% del totale nazionale. E sempre secondo i dati Aipb, l'origine in generale è imprenditoriale (manager che hanno un patrimonio medio finanziario pari a 3,55 milioni di euro e un’età media pari a 60 anni). Un dato che non sorprende quanto quello che pone le casalinghe al terzo posto per ricchezza detenuta: in media 2,26 milioni di euro. Tra le note dolenti per eventuali giovani corteggiatori di dame italiane dal portafogli pesante è l'età. Gran parte della ricchezza femminile made in Italy (85%) è detenuta da donne al di sopra dei 50 anni. Il 41% di queste si è ritirato dalla vita lavorativa. Solo il 3% risultano essere le ereditiere. Obiezione, però, se si passa al di là dei confini italiani visto che l'ereditiera più famosa del mondo deve ancora compiere 30 anni. Paris Hilton non è comunque nell'olimpo della classifica annuale di Forbes, anche se la motagna di soldi della nipote di Conrad Hilton, fondatore della catena alberghiera che porta il suo nome, con un patrimonio stimato in circa 800 milioni di dollari, resta tra le più alte. La rivista americana pone invece sul podio della top ten delle ereditiere più ricche del pianeta Emma Bloomberg, figlia di Michael Bloomberg, che secondo le stime può contare su una fortuna di 18 miliardi di dollari. Poi Andrea Soros, figlia di George Soros con 14 miliardi di dollari e le italiane (uniche nella classifica), Silvana e Roberta Armani, nipoti di Giorgio Armani, con una fortuna di circa 5,3 miliardi di dollari. Non presa in considerazione dalla classifica Forbes, ma dal conto corrente futuro che potrebbe aggirarsi su più zeri è Eleonora Berlusconi, oggi 24enne. Tra le italiane anche Anna Maria Artoni la cui azienda di famiglia 'Artoni Group ha un giro d'affari annuo di 218 mioni di euro. Tornando invece alle donne che la propria fortuna l'hanno legata all''impresa di se stesse', tra le italiane possiamo nominare Giulia Bongiorno titolare dell'omonimo studio legale e la cui ricchezza è stimata intorno a 1,3 milioni di euro annui. Certo cifre distanti da quelle mondiali se consideriamo che la donna self-made più ricca (Forbes dixit) è la cinese Wu Yajun, attualmente Chief Executive per Longfor Properties, che vanta un patrimonio netto di 3,9 miliardi dollari. A ruota Rosalia Mera, 66 anni, oggi una delle maggiori azioniste della catena di negozi Zara (patrimonio netto di 3,5 miliardi dollari). Ha cominciato aiutando il marito Amancio Ortega a confezionare abiti e lingerie nel soggiorno di casa. Tra le self-made women considerate da Forbes c'è anche Giuliana Benetton (sesta subito dopo Oprah Winfrey, 56 anni). La co-fondatore del gruppo di Benetton, può contare su una ricchezza stimata di 2,1 miliardi di dollari. E dopo i milioni di libri venduti in tutto il mondo sulle vicende del maghetto Harry Potter, non è da sottovalutare nemmeno il patrimonio delle scrittrice J.K. Rowling che ora si gode circa un miliardo di dollari. Nello showbiz compaiono i nomi di Madonna, con 325 milioni di dollari, e Celine Dion con 250 milioni. Mentre le modelle che si sono costruite la fortuna grazie alla loro bellezza e prorompenza in passerella sono la top model brasiliana Gisele Bundchen, la più pagata del pianeta con guadagno annuo di circa 33 milioni di dollari, Kate Moss (9 milioni) e Heidi Klum (8 milioni). Insomma si può sintetizzare che per trovare più facilmente una donna straricca bisognerebbe sbarcare in America. O basta fermarsi in Europa dove, in assoluto, la signora d'oro è Liliane Bettencourt, 87 anni, maggiore azionista del gruppo L’Orèal con 15,5 miliardi di euro. Cifre da capogiro. Che ai più non resta che sognare consolandosi tra le braccia della compagna alla quale si può sempre domandare: "Pensi davvero che avere i soldi automaticamente porti la felicità?". Magari la risposta è ironica quanto quella che fu di Lauren Bacall nel film 'Come sposare un milionario': "No, però nemmeno che automaticamente mi deprima".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©