Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'artificiere avrebbe fatto allontanare i commilitoni

La Russa: 'Gigli ha salvato la vita agli altri militari'


La Russa: 'Gigli ha salvato la vita agli altri militari'
29/07/2010, 21:07

Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, conferma l'impegno del governo in Afghanistan "nella consapevolezza della sua valenza per la stabilizzazione del Paese".
"Un impegno- prosegue La Russa- che chiedono anche i nostri ragazzi e le nostre ragazze in uniforme, con il loro coraggio e con la consapevolezza che il sacrificio non è stato e non dovrà essere vano".
Non mancano poi parole di plauso nei confronti del primo maresciallo, Mauro Gigli, l'artificiere morto mercoledì in Afghanistan. L'uomo ha salvato la vita agli altri militari italiani:  queste le parole del ministro La Russa durante l'informativa del governo sull'attentato ad Herat.
"Ha capito che c'era un secondo ordigno e ha alzato le braccia, ha fatto allontanare gli altri, rimanendo sul posto con il caporal maggiore Pierdavide De Cillis".
L'eroe lascia la moglie e due figli di 19 e 7 anni, che vivono a Villar Perosa, a Torino; i genitori del militare ucciso sono chiusi intanto nel silenzio della loro casa, distrutti dal dolore. Un dramma che colpisce anche i familiari di Pierdavide De Cillis, descritto dalla moglie come " un padre, marito, amico, fratello e figlio esemplare, vero, sincero". La moglie del caporale ha poi chiosato: "A nostra figlia Asia e al nostro piccolo Davide (la donna è incinta al 4° mese ndr) racconterò le gesta del padre".
Domani mattina all'aeroporto di Ciampino arriveranno le salme dei due militari uccisi ad Herat; i funerali si svolgeranno nella basilica di Santa Maria degli Angeli alle 18,30.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©