Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Atti dell'inchiesta di Milano

La Russa percepì 451 mila euro dalla Fonsai

Parcelle spese sinistri

La Russa percepì 451 mila euro dalla Fonsai
22/11/2013, 14:49

MILANO -  Dagli atti dell'inchiesta di Milano - secondo quanto scrive la Repubblica - che vede indagati Salvatore Ligresti e Giancarlo Giannini per corruzione, emerge che  tra il 2009 e il 2010, quando era ministro della Difesa, Ignazio La Russa percepì dal gruppo Fonsai 451 mila euro come ''parcelle spese sinistri'' e ''altre prestazioni di servizi''.  Le parcelle di Ignazio La Russa, che non è indagato ed ha uno studio legale a Milano, emergono da un documento dell'Isvap in cui figurano i pagamenti fatti a parti correlate da Fonsai nel biennio 2009-2010. Dall'atto, frutto del lavoro ispettivo dell'authority, emerge che nel 2009 La Russa percepì dalla compagnia dei Ligresti e dalla sua controllata Milano Assicurazioni circa 297.400 euro, a cui si aggiunsero altri 153.600 euro nel 2010. La Russa è considerato parte correlata in quanto fratello di Vincenzo, allora consigliere di Fonsai, nonché padre di Geronimo, ex amministratore della controllante Premafin.  Che i La Russa lavorassero molto con le società dei Ligresti è emerso con chiarezza a partire dal 2011, quando la Consob ha obbligato le società quotate a un maggior livello di trasparenza sui rapporti economici con parti correlate, quali sono gli amministratori, per neutralizzare i rischi di conflitti di interesse e di indebiti benefici.  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©