Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La situazione è sempre più insostenibile per i migranti

La Sea Watch chiede l'intervento della Corte di Strasburgo per sbarcare


La Sea Watch chiede l'intervento della Corte di Strasburgo per sbarcare
24/06/2019, 13:42

MAR MEDITERRANEO - La Sea Watch continua ad incrociare al largo dell'isola di Lampedusa, fuori dalle acque territoriali italiane. Con i 43 migranti ancora a bordo, che soffrono il caldo e la carenza di acqua e di cibo, la situazione si fa sempre più grave. Al punto che i legali della Sea watch si è rivolta alla Corte dei Diritti Umani di Strasburgo affinchè intervenga con un provvedimento urgente per consentire ai migranti di sbarcare. La richiesta è stata subito presa in considerazione e domande urgenti sono state rivolte sia al comandante della Sea Watch che al governo italiano, domande che dovranno avere risposta in giornata. Dalla Sea Watch hanno anche specificato che il ricorso è stato fatto sulla base dell'articolo 3, che vieta "trattamenti inumani e degradanti" come quello a cui sono sottoposti i migranti. 

Intanto, è arrivata la risposta alla lettera che il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha inviato al governo olandese, ingiungendo loro di prendere il controllo della Sea Watch ed impedire che stazioni al largo dell'Italia. La risposta arriva da Natasha Bertaud, portavoce della Commissione: "Chiediamo agli Stati membri di tenere a mente l'imperativo umanitario per i migranti a bordo della Sea Watch". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©