Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La terapia con le staminali può continuare per Celeste


La terapia con le staminali può continuare per Celeste
23/08/2012, 14:10

Celeste Carrer, la piccola di 2 anni affetta da atrofia muscolare spinale può ancora sperare. Si riapre la possibilità della terapia con le cellule staminali, bloccata a maggio dall’Aifa. La decisione è stata presa ieri dal Tribunale di Venezia dove il giudice Margherita Bortolaso ha stabilito che Celeste necessita della terapia perche è in costante pericolo di vita.

La piccola era sottoposta alla terapia con le cellule staminali adulte donate dalla madre, che dava un notevole riscontro. Lo scorso maggio però l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha bloccato il trattamento sperimentale in seguito all’ispezione con i carabinieri del Nas. Onlus è finita sotto inchiesta per associazione a delinquere, truffa e somministrazione di farmaci imperfetti e pericolosi. Tredici indagati tra cui Davide Vannoni, 42 anni presidente-fondatore e Mariano Andolina, pediatra in pensione che segue la piccola Celeste, che dice “Come consulenti, abbiamo bisogno di essere sicuri che le cellule siano state mantenute vitali.”

Il Tribunale di Venezia ha stabilito che la terapia potrà continuare fino al giorno della sentenza previsto per il 28 agosto e così l’ospedale di Brescia si è immediatamente attivato per poter riprendere la terapia nel minor tempo possibile.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©