Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La terra dei Fuochi.


La terra dei Fuochi.
24/10/2009, 17:10

La terra dei fuochi è comprende i Comuni di Qualiano, Giugliano e Villaricca ed è così denominato perché “ deliquenti” quasi ogni sera bruciano rifiuti tossici e nocivi con gravi conseguenze ai cittadini dell'intera zona Giulianese.
Il Sottoscritto circa 5 anni fa -sulla base dello studio dell'OMS- propose la Segretario Generale della CGIL della Zona Giuglainese di fare una vertenza sull'ambiente che comprendesse:

-Una manifestazione di Zona;

-Incontro con la regione Campania;

-Icontro con il Governo .

Obiettivo della vertenza era quello : di sottoporre i cittadini ad analisi mediche per il “grave inquinamento esistente e per la Bonifica “Seria” della Zona. Il Segretario Generale della CGIL Velardi- si fece “scippare” la vertenza dalle Mani e nessuno ha mai fatto nulla per la “Zona”

Speriamo che il gruppo dei “cittadini “ siano più avveduti e fortunati .

Il Sottoscritto darà tutto l'impegno editorial e e giornalistico affinchè sia affrontato con “cognizione di causa” il problema.Problema grave per la salute di circa 360.000 cittadini.

Raffaele Pirozzi

Intervista riproposta da Raffaele Pirozzi

LA TERRA DEI FUOCHI, UN IMPEGNO PER L'AMBIENTE
INTERVISTA ANGELO FERRILLO, IMPORTANTE ESEMPIO CIVILE PER LA SUA ATTIVITÀ DI DENUNCIA REALIZZATA ATTRAVERSO L'IMPEGNO E LA CURA QUOTIDIANA DEL SITO INTERNET LATERRADEIFUOCHI.IT: UNO SPAZIO CONTRO LE ECO MAFIE CHE DISTRUGGONO LA CAMPANIA.





"La Terra dei Fuochi" è un' Associazione di liberi cittadini per la tutela dei Diritti e dell'Ambiente.

Perchè avete/hai deciso di creare questa associazione?
Considerata la realtà dei fatti nei territori in cui viviamo, la nostra decisione è nata spontaneamente dall'esigenza di perseguire, da liberi cittadini, il rispetto dei Diritti Civili e la tutela dell'Ambiente. Il nostro impegno vuole essere una testimonianza di Cittadinanza Attiva affinché la memoria storica di ciò che accade sul nostro territorio non vada persa e a maggior ragione non possa essere mai negata.

Quante persone sono coinvolte in questo progetto?
All’inizio con Marco e Luigi eravamo solo in tre. Oggi sul siamo in tanti e circa 5000 fans su Facebook.

Di cosa si occupa quotidianamente?
Filmiamo e raccogliamo numerose video-denunce e fotografie di quello che secondo noi è la vera catastrofe ambientale in Campania. La vera emergenza rifiuti che finora nessuno ha visto sui media ufficiali. Quella più grave, che sta inquinando l'aria che penetra fin dentro le nostre abitazioni, ma soprattutto, la catena alimentare, attentando anche alla salute di quanti vivono a centinaia di chilometri di distanza da noi e si nutrono con prodotti alimentari contaminati, evidentemente impossibili da controllare.

Qual è il significato della vostra denuncia?
"La Terra dei Fuochi" è in sintesi la denominazione del dramma sociale che è l'incendio criminale di Rifiuti Speciali. Come testimoniano le migliaia di fotografie e gli oltre cento video raccolti, questa è una pratica criminale ormai consolidata da molti anni.
Nonostante ciò, resta taciuta dai maggiori media e declassata nella lista delle priorità dei vari governi, delle amministrazioni e delle forze dell'ordine.

Che cosa possiamo fare per aiutarvi?
L'aiuto maggiore che ciascuno di noi può dare alla causa è l'impegno civile, la cittadinanza attiva.
Ognuno è artefice della propria vita e responsabile del luogo in cui vive e lavora.
Chiunque può aiutarci nel moltiplicare le denunce e quindi la pressione fatta verso tutte le Istituzioni informando quante più persone possibili.

Quali sono i mezzi che abbiamo a disposizione?
Diffondete l'informazione utilizzando il sito web ed inviando le vostre denunce all'indirizzo e-mail: denunce@laterradeifuochi.it
Potete farle anche con un semplice cellulare. Per il lavoro svolto e il mantenimento del sitoweb nell'interesse della collettività, tutti possono sostenerne l'attività facendo donazioni tramite poste-pay o pay-pal.

Una cosa che vorresti dire ai ragazzi che ci leggono?
Non lasciatevi spaventare da ciò che vedrete e scoprirete consultando le pagine e i video presenti nel sito. La comprensione di quanto accade è un passo fondamentale per capire e cambiare la realtà.
Abbiate fiducia e speranza nella vita, ma attenzione, non credete facilmente a tutto ciò che vi viene proposto. Ormai nella nostra società mancano la memoria e lo spirito critico. Da questo punto di vista siamo ritornati all'epoca di Aristotele, dove tutto era in funzione di ciò che era stato detto e nessuno si curava di verificarne la veridicità. Per questo vi consiglio, informatevi, siate critici. Riscoprite la memoria storica dei vostri luoghi e cercate la verità con la vostra coscienza.
Senza queste sane basi non potremo mai creare un futuro realmente nuovo e costruire una società e un mondo migliore.



www.laterradeifuochi.it

 

Commenta Stampa
di Raffaele Pirozzi
Riproduzione riservata ©