Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Per me e per la Magistratura sono un punto di riferimento"

La vedova Borsellino:"Grazie ai magistrati di Caltanissetta"

"Dopo tanti anni hanno riacceso in me le speranze"

La vedova Borsellino:'Grazie ai magistrati di Caltanissetta'
23/05/2012, 19:05

PALERMO - «In questo giorno ricco di memoria e di buoni propositi ma nel quale ancora si sente l'eco dell'esplosione di quell'ordigno dinnanzi la scuola Francesco Morvillo di Brindisi che lascia tutti sgomenti e senza parole, avverto il bisogno ancora una volta di ringraziare e manifestare tutto il mio sostegno a quei magistrati giudicanti e requirenti che qui a Caltanissetta sono poco a poco diventati per me e i miei un punto di riferimento all'interno di tutta la Magistratura italiana». Lo scrive la moglie di Paolo Borsellino, Agnese Piraino Leto, in un messaggio che è stato letto dal presidente dell'Anm di Caltanissetta, Giovambattista Tona, nel corso di una manifestazione al tribunale di Caltanissetta per ricordare il ventennale delle stragi. «La loro saggezza, professionalità e umanità - scrive ancora la vedova Borsellino - dopo tanti anni hanno riacceso in me la speranza di conoscere qualche granello in più di verità su quella strage che troppo frettolosamente ha strappato il mio amato Paolo ai suoi figli». «Mi appello a tutte le istituzioni e alla società civile - conclude Agnese Borsellino - perché non li lascino soli e non frappongano alcuno ostacolo al loro quotidiano lavoro svolto in silenzio e con grande senso di responsabilità. Colgo infine questa occasione per abbracciare idealmente con la poca forza che la malattia mi ha lasciato i genitori di Melissa Bassi la studentessa sedicenne vittima innocente della barbarie che si è abbattuta sulla città di Brindisi sto rivivendo con loro il mio dramma ma con l'aiuto della fede sappiano che la loro unica figlia negli anni che verranno sarà sempre al loro fianco».

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©