Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le testimonianze rese ai Pm

La vedova conferma: Vito Ciancimino incontrò Berlusconi


La vedova conferma: Vito Ciancimino incontrò Berlusconi
12/11/2010, 14:11

PALERMO - Silvio Berlusconi, allora imprenditore emergente nel settore immobiliare, si incontrò con Vito Ciancimino almeno tre volte a Milano, dopo il 1972. Questo perchè Ciancimino, che già allora era sospettato di legami con la mafia, aveva bisogno di investire in maniera differenziata, e quindi stava valutando di investire nel nord Italia. A dirlo ai Pm di Palermo Paolo Guido e Nino Di Matteo è stata Epifania Scardino, vedova di Ciancimino, che ha aggiunto di essere stata anche presente a due dei tre incontri. Questo era stato anticipato mercoledì scorso dal figlio Massimo, durante la trasmissione "L'Infedele" su La7. I pubblici Ministeri stanno cercando conferme al fatto che la mafia investì pesanti somme per la costruzione di Milano 2, il megacomplesso che Berlusconi costruì all'inizio degli anni '70.
Inoltre Massimo Ciancimino è stato convocato, il prossimo 19 novembre, al processo per l'omicidio del giornalista Mauro De Mauro. Ciancimino dovrebbe testimoniare su alcuni appunti del padre che indicano quell'omicidio come il primo di una lunga lista di delitti realizzati su input di fonti istituzionali, che poi sfociarono in omicidi come quelli di Pio La Torre e del Generale Dalla Chiesa. In quella data, secondo indiscrezioni, ci saranno anche dichiarazioni spontanee del boss mafioso Totò Riina.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©