Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'Alitalia sceglie Fiumicino, la Lega insorge


L'Alitalia sceglie Fiumicino, la Lega insorge
14/05/2009, 10:05

L'Alitalia ha scelto di concentrare le proprie attività sull'hub di Fiumicino, a Roma. Già si sapeva, ma adesso c'è l'ufficialità. D'altra parte, si sa che chi comanda all'interno della nostra compagnia di bandiera è AirFrance-KLM; e ai franco-olandesi interessa Roma, mentre Milano è solo un impaccio.
Certo, ci sono da migliorare i collegamenti col centro città (l'aereoporto è fuori città e le strade verso il centro città sono sempre intasate di traffico) e c'è la concorrenza del treno, adesso che le Ferrovie dello Stato hanno introdotto l'Alta Velocità; ma si sta lavorando per risolvere entrambi i problemi. Per le navette, si pensa di potenziarle, magari aggiungendo a quelle che ci sono, altre con il logo Alitalia. Per la concorrenza si pensa ad un aumento dei banchi del check in e dei gate di ingresso, per velocizzare le procedure, almeno sulla tratta Roma-Milano, la più minacciata dalla Freccia Rossa delle FS. Ma si sta pensando anche di introdurre dei veri e propri abbonamenti, per coloro che prendono l'aereo con una certa frequenza.
Ma questa scelta ha scatenato le ire di Roberto Formigoni, governatore della Lombardia, e della Lega, che avevano puntato e puntano molto sull'aeroporto di Malpensa. Tanto che la Lega sta organizzando una serrata anti-Alitalia da parte degli imprenditori milanesi, per velocizzare misure tese a rompere il monopolio di Alitalia. Peccato che quello stesso monopolio i leghisti l'hannovotato e approvato, fidandosi delle promesse del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, quando approvarono il decreto legge su Alitalia e poi la successiva conversione in legge.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©