Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quali le dinamiche di questo “misterioso” blitz?

Lamolinara: oggi la salma a Roma. Testimone parla del raid

“I due ostaggi uccisi in bagno dai sequestratori”

Lamolinara: oggi la salma a Roma. Testimone parla del raid
10/03/2012, 11:03

ROMA - La salma di Franco Lamolinara, l’ingegnere italiano ucciso con l’altro ostaggio inglese, ha lasciato la Nigeria a bordo di un aereo dell’Aeronautica militare, che atterrerà a Roma Ciampino intorno alle 14:30. Mentre l’Italia si prepara ad accogliere il corpo del suo cittadino, continua a tenere banco  il braccio di ferro politico-istituzionale tra Roma e Londra su quanto sia realmente accaduto nel “misterioso” blitz di giovedì scorso.
L’esatta dinamica del raid messo in atto dalle forze britanniche e nigeriane ancora non c’è. Ed è su questo che il governo italiano attende risposte e soprattutto chiarimenti, che dovrebbero arrivare da Londra. In ballo c’è una vita persa, oltre la mancanza di credibilità ed importanza del nostro Paese (ipotesi che si consoliderebbe qualora dovesse essere confermato che l’Italia del blitz non ne sapeva niente, in quanto non informata nei tempi dovuti da chi avrebbe dovuto farlo). Ed è per questo che l’Italia vuole vederci chiaro, ma per il momento ci si trova solo dinanzi ad un reciproco botta e risposta a distanza tra i due Paesi, che sostengono tesi differenti. 
A fornire ulteriori dettagli sulle dinamiche che hanno portato alla morte di Franco Lamolinara è una testimone. Si tratta della moglie del custode dello stabile dove erano tenuti prigionieri i due ostaggi. Secondo la donna, Franco Lamolinara e Chris McManus sarebbero stati uccisi dai loro rapitori nel bagno del covo: “Lo scontro a fuoco si intensificava – riferisce la donna - e due degli uomini hanno spinto gli ostaggi nel bagno. Ho sentito dei colpi e sono scappata. Non so come sono sopravvissuta”. Hauwa, la testimone, sarebbe l’ultima persona ad aver visto i due ostaggi vivi: “Erano nel salone del compound quando le mura sono state scosse da una esplosione racconta  - e due rapitori sono rimasti uccisi da proiettili entrati nella stanza”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©