Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

56 sopravvissuti, tra i quali una donna incinta

Lampedusa, nave dispersa in mare con 150 migranti

La Guardia Costiera ha recuperato un cadavere

Lampedusa, nave dispersa in mare con 150 migranti
07/09/2012, 15:20

LAMPEDUSA – Nuova tragedia in mare a Lampedusa: un barcone con a bordo dei migranti è naufragato a circa 12 miglia dalla costa. In 54 si sono salvati, nuotando fino all’isolotto di Lampione. Ancora non è chiaro quante persone ci fossero in totale sull’imbarcazione, anche se secondo una prima ricostruzione pare che il viaggio fosse stato organizzato per 150 passeggeri.

Nella zona stanno operando diverse unità della Guardia costiera e della Guardia di finanza, tre navi militari della Nato e mezzi aerei. La zona, inoltre, è stata illuminata anche con razzi di segnalazione, visibili in lontananza dall'isola.

L'allarme è scattato nel tardo pomeriggio di giovedì in seguito a una telefonata giunta alla Capitaneria di porto di Palermo: un immigrato ha detto di trovarsi a bordo di un barcone in difficoltà, con oltre 100 persone a poca distanza dalla costa di Lampedusa. Immediatamente sono state avviate le ricerche che sono proseguite durante la notte.

Intorno alle 2:30 di questa notte le unità impegnate nei soccorsi hanno individuato la zona del naufragio, a circa12 migliadall'isola, e raccolto i primi superstiti.

Ora le forze dell’ordine stanno raccogliendo le testimonianze dei superstiti. Questi ultimi hanno raccontato che il barcone naufragato altro non era che una vecchia motopesca in legno di dieci metri. 

AGGIORNAMENTO ORE 11

La Guardia Costiera ha recuperato, poco fa al largo di Lampedusa, il cadavere di un uomo che era a bordo dell'imbarcazione naufragata ieri a poca distanza dall'isola. In totale sono 54 i migranti recuperati fino ad ora dalle unità impegnate nelle ricerche dei dispersi. Molto probabilmente i migranti sono maghrebini. 

AGGIORNAMENTO ORE 15.30

Il bilancio della tragedia avvenuta questa notte al largo di Lampedusa parla di 56 sopravvissuti, almeno fino a questo momento, tra i quali una donna incinta. Non si conosce ancora il numero dei dispersi che potrebbero essere una quarantina, forse anche di più.

E non appena è stata diffusa la notizia della tragedia, sulla vicenda è intervenuta anche Angela Maraventano, senatrice della Lega Nord, già vicesindaco di Lampedusa: “Noi avevamo perlomeno il quadro chiaro della situazione e si riusciva ad intercettare i barconi anche a 50 -60 miglia. Con Maroni gli accordi conla Tunisiasono stati sempre rispettati, ma ora mi viene un dubbio: dove sono le navi da pattugliamento?. A Lampedusa - aggiunge - non ci sono mai stati dei veri e propri sbarchi, ma solo recuperi in mare anche a50 miglia.

 

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©