Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lampedusa, Palazzotto (Sel): "Tragedie continue, non si parli di fatalità"


Lampedusa, Palazzotto (Sel): 'Tragedie continue, non si parli di fatalità'
03/10/2013, 11:27

SICILIA - “Sto seguendo con apprensione in queste ore l'evoluzione della tragedia che si sta consumando a Lampedusa, appena due giorni dopo quella di Scicli, in cui hanno perso la vita in mare tredici persone. Non ci si può abituare, o restare indifferenti, di fronte al ripetersi di eventi simili.” Lo ha detto Erasmo Palazzotto, Deputato e Segretario Regionale di Sinistra Ecologia e Libertà. “Come ho già detto, queste non sono fatalità e sul tema delle migrazioni è in atto una straordinaria campagna di disinformazione. Non è in atto, infatti, nessuna invasione ed i numeri di chi è arrivato in Italia in questa stagione non sono così straordinari se paragonati a quelli degli anni passati. Soprattutto non sono superiori a quelli degli ingressi in altri paesi europei come la Germania o la Francia. Dotarsi, da parte dell'Italia e della Comunità Europea, di strumenti, materiali e normativi, per prevenire queste tragedie è un dovere morale, se non vogliamo definitivamente consegnarci ad una visione leghista di un fenomeno strutturale della modernità come quello migratorio. Le barche - prosegue Palazzotto - vanno prese in carico dalle autorità europee prima che si consumino queste tragedie e vanno monitorate nel loro percorso al fine di assicurare l'arrivo a destinazione in sicurezza. Una politica restrittiva e criminalizzante - conclude - ha dimostrato di non diminuire gli sbarchi e di portare le barche su rotte più pericolose nella speranza di non essere intercettate.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©