Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il tutto a pochi metri dai poliziotti indifferenti

Lampedusa: "Se aprite lo striscione contro Berlusconi, vi ammazziamo come cani"



Lampedusa: 'Se aprite lo striscione contro Berlusconi, vi ammazziamo come cani'
31/03/2011, 10:03

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Tra i festeggiamenti, più o meno artefatti, di ieri a Lampedusa, ci sono delle immagini che rivelano qual è il sentire della maggior parte degli abitanti dell'isola. Prima il servizio del TG3, che mostra il sindaco di Lampedusa che insulta e minaccia coloro che vogliono protestare contro Berlusconi.
Ma soprattutto quello che sgomenta è questo video. Si vedono due tizi (quello col giubbetto giallo, spalleggiato da quello col maglione verde) che minacciano coloro che vogliono esporre un cartello contro Berlusconi. E alla fine quello col giubbetto giallo dice: "Se non ve ne andate, vi ammazziamo. Se osate aprire quello striscione, vi ammazziamo come cani".
Ora, a parte il linguaggio mafioso dei due, c'è da chiedersi se quelli sullo sfondo sono poliziotti o figuranti che indossano divise della Polizia. La minaccia è detta in maniera molto chiara e a voce alta e ben percepibile. Come mai nessun poliziotto fa il suo dovere? Eppure non è un reato lieve: la minaccia di morte prevede fino ad un anno di galera, e può prevedere anche misure cautelari. Nè nessun magistrato, a quanto pare, ha preso iniziative in questo senso, come sarebbe loro obbligo, visto che si tratta di un reato perseguibile d'ufficio
E c'è un'altra cosa che mi stupisce: l'uso di occhiali da sole in una giornata dove di certo non c'è il sole che abbaglia. Sembra quasi che sia stato fatto per intimidire. Un vecchio trucco, noto ai sistemi di sicurezza di tutto il mondo, sia privati che pubblici. E allora, chi è costui? Un mafioso? Una guardia privata? Oppure...?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©