Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dieci persone poste in isolamento

Lanciano, busta con polvere sospetta a sede Equitalia


Lanciano, busta con polvere sospetta a sede Equitalia
17/05/2012, 18:05

LANCIANO – Ennesimo attacco ad Equitalia, questa volta alla sede di Lanciano.
Stamattina, verso le 13:30 circa, in una lettera indirizzata all'Agenzia di riscossione delle imposte di Via Piave a Lanciano conteneva una polvere sospetta. Sono in corso analisi da parte dei vigili del fuoco per accertare la natura di questa sostanza, ma intanto, come misura precauzionale, dieci persone sono state poste in temporaneo isolamento dentro la sede. Ad accorgersi che la lettera era sospetta è stata proprio la postina ha parcheggiato lo scooter davanti l'ufficio per consegnare la lettera, accorgendosi che ne fuoriusciva della polvere. Sul posto si sono recate anche due ambulanze e un'unita' speciale del 118 arrivata da Chieti per un'eventuale decontaminazione.
Con la polvere, di colore grigiobianca secondo gli inquirenti che si trovano sul posto, sarebbero entrati in contatto, oltre alla postina, altri 2 o 3 dipendenti della sede di Equitalia. La polvere, stando alla testimonianza di chi ha avuto modo di vederla, sarebbe piuttosto granulosa e grigia, molto simile nel colore al lievito da cucina. Sono stati i dipendenti di Equitalia ad allertare i vigili del fuoco che hanno attivato la procedura di isolamento della zona come di consueto in questi casi, sottolineano gli inquirenti.
Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco del Nucleo Biologico Chimico Radiologico (Nbcr) di Chieti specializzati per intervenire in situazioni del genere con attrezzature e abbigliamento specifico. Le dieci persone che si trovano in isolamento dalle 13.30 dentro la sede di Equitalia di Lanciano, una postina e nove dipendenti, "sono in buone condizioni fisiche e nessuno accusa dolori o sintomi particolari", spiega uno dei sanitari del 118 intervenuto sul posto. Lo scooter della postina, prima parcheggiato davanti alla sede di Equitalia, e' stato trasportato all'interno degli uffici. 
AGGIORNAMENTI:
Domani gli uffici rimarranno chiusi "per motivi tecnici". Questo è quello che si legge in un foglio attaccato sulla porta scorrevole della sede. La Procura di Lanciano ha aperto un fascicolo sull'accaduto, titolare il pm Rosaria Vecchi. Intanto, in Procura è già in corso un'inchiesta su due lettere minatorie inviate alla sede di Equitalia di Lanciano nei mesi scorsi: indaga il commissariato di Polizia di Lanciano. "In questi casi e' la Prefettura di Chieti a gestire la situazione - ha detto ai cronisti il vice questore della Polizia di Lanciano, Katia Basilico - c'e' un protocollo da seguire da parte dei vigili del fuoco e dei medici del 118. Per quanto ci riguarda abbiamo gestito l'ordine pubblico all'esterno e evitato che si venisse a contatto con la polvere sospetta. Le indagini riguardo agli altri fatti già oggetto di denuncia e inchiesta vanno avanti", ha sottolineato Basilico. Oltre alle due lettere minatorie, alla sede di Equitalia di Lanciano nel dicembre scorso è arrivata anche una busta con dentro un foglio sporcato con escrementi.
Nel frattempo, i nove dipendenti e la postina che ha consegnato la lettera parzialmente aperta dalla quale usciva la polvere sono usciti dagli uffici di via Piave 63 dopo circa 4 ore e mezza di isolamento. Le forze dell'ordine hanno riaperto al traffico le vie adiacenti la sede dopo che i vigili del fuoco del nucleo Ncbr di Chieti hanno portato via la lettera da cui sarebbe fuoriuscita la polvere sospetta. Le dieci persone sono state visitate da un medico del 118 di Lanciano per poi abbandonare la sede in buone condizioni, senza rilasciare dichiarazioni.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©