Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Paghiamo noi, quindi decidiamo noi chi viene"

L'Aquila: il sindaco impedisce la partecipazione al Festival di Saviano e Zerocalcare


L'Aquila: il sindaco impedisce la partecipazione al Festival di Saviano e Zerocalcare
12/09/2019, 16:15

L'AQUILA - Ancora una volta un sindaco di destra dimostra la propria mancanza di democrazia. Tocca questa volta a Pierluigi Biondi, sindaco di L'Aquila e appartenente a Fratelli d'Italia. Che si è messo per traverso nell'organizzazione del Festival degli incontri, che si svolge nella città abruzzese. In particolare, ha mostrato ostilità per il fatto che siano stati invitati lo scrittore Roberto Saviano e il vignettista Zerocalcare. Biondi in un comunicato ha scritto: "Visto che i soldi per il decennale del terremoto li gestisce il Comune, che poi li eroga all'Istituzione sinfonica, il programma degli eventi deve essere concordato con il Comune, cosa peraltro sottoscritta nel verbale del comitato di indirizzo sottoscritto anche dalla Barbagallo. Il minimo sindacale è che questa signora, che non ho ancora avuto modo di conoscere, si sieda con me e ragioni sugli eventi: voglio un calendario plurale e inclusivo". 

Il che dimostra il modo di pensare tipico della destra, per cui se si invita un artista considerato di sinistra, ci vuole un artista di destra. Ma le espressioni artistiche non sono politica, non c'è la par condicio. C'è solo una valutazione sulla qualità, valutazione - opinabile quanto si vuole - che però spetta al direttore artistico del Festival, non ad un politico che non ha le competenze per poter valutare. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©