Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un corteo per ricordare il terremoto del 6 aprile 2009

L'Aquila, in 18mila alla fiaccolata per le vittime del sisma

Attesi per la messa solenne Napolitano e Letta

L'Aquila, in 18mila alla fiaccolata per le vittime del sisma
06/04/2011, 10:04

L'AQUILA - Per il secondo anno un lungo corteo, per ricordare i 309 morti nei crolli provocati dal terremoto, è partito dalla Fontana Luminosa ed ha percorso le strade intorno alla zona rossa.
La fiaccolata, organizzata dalle associazioni dei familiari delle vittime ha illuminato la città, che il 6 aprile del 2009 è stata colpita dal sisma. In 18mila hanno preso parte al corteo. Bambini, anziani, donne e uomini nel buio e nel silenzio si sono uniti per piangere le vittime del terremoto. Come hanno chiesto i promotori non ci sono state polemiche nè manifestazioni politiche.
Le associazioni dei familiari delle vittime hanno voluto soltanto una fiaccolata per ricordare. Sono stati 309 i rintocchi delle campane delle Anime Sante e la lista dei nomi delle vittime ha chiuso la notte del giorno della memoria. In un messaggio rivolto al prefetto dell'Aquila, Giovanna Maria Iurato, il presidente della Camera Gianfranco Fini ha dichiarato che " è necessario rafforzare l'impegno delle istituzioni per perfezionare gli strumenti di prevenzione e di intervento nella gestione degli eventi sismici".
Prenderanno parte alla messa solenne di suffragio, che sarà celebrata nella Basilica di Collemaggio, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©