Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ieri alle 23.14 nuova scossa di magnitudo 4,9

L'Aquila: passerella per Bertolaso e Cardinal Bagnasco


L'Aquila: passerella per Bertolaso e Cardinal Bagnasco
14/04/2009, 10:04

Continua con maggiore velocità la rimozione dei detriti, dopo che ieri è stato deciso che non c'è possibilità di trovare altri superstiti. Di conseguenza si è passati dall'uso del piccone per degli scavi "chirurgici", all'uso delle ruspe, che elimineranno tutto a velocità maggiore. Purtroppo, data la stessa natura del mezzo, se ci sono dei corpi (e ce ne dovrebbero essere molti, sotto le macerie, di extracomunitari che avevano affittato sottoscala o altri appartamenti in centro, tutto rigorosamente in nero), questi verrano smembrati, perchè la benna non permette un lavoro di precisione.
Questa mattina inoltre è arrivato a L'Aquila il Cardinale Bagnasco, che ha annunciato che la CEI metterà a disposizione delle emergenze altri 2 milioni, dopo i 3 già offerti in precedenza. Bagnasco ha un carnet fitto di appuntamenti, oggi: nel primo pomeriggio visita alla sede della Caritas; alle 15 un incontro col responsabile della Protezione Civile Guido Bertolaso; alle 16 messa per gli sfollati nelle tendopoli. Ma lo stesso vale anche per Bertolaso, che questa mattina è arrivato a Sulmona, città meno danneggiata de L'Aquila. Tuttavia si sono diffuse voci allarmanti, dopo le dichiarazioni di alcuni geologi, di un mega sisma, che potrebbe colpire la Valle Peligna nei prossimi 10 anni.
A L'Aquila è arrivato anche Giuseppe Zadra, direttore dell'ABI, che nel pomeriggio terrà una conferenza stampa in cui spiegherà le iniziative degli istituti bancari a favore dei terremotati.
Ma non cessano le scosse. Anzi, ieri ne è stata registrata una alle 23.14, di magnitudo 4,9 della scala Richter (la scossa principale del 6 aprile è stata 5,8 Richter). E quindi rimane la preoccupazione per la popolazione, che non sa quando potrà tornare a casa e riprendere la propria vita.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©