Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

400 mila euro impiegati per i servizi universitari

L’Aquila “rinata” sarà una città a misura di studente


L’Aquila “rinata” sarà una città a misura di studente
16/06/2011, 16:06

400 mila euro, di cui 80 mila subito disponibili nella fase di start up, per la realizzazione del progetto “Verso una città a dimensione di studente”. L’iniziativa è del Comune dell’Aquila e si propone di migliorare i servizi per gli universitari. I fondi provengono dal Ministero della Gioventù, che nel 2008, in base ad un Accordo di programma siglato con l’Anci, ha deciso di destinare una parte del Fondo per le politiche giovanili a progetti in comuni con sedi universitarie. Tra questi il Comune dell’Aquila che ha partecipato con successo al bando. Sono diverse le azioni in cui è articolato il progetto:

1) Cittadinanza studentesca - Integrazione dei servizi di informazione. Prevede, attraverso il portale “Città dello studente” l’implementazione di un servizio integrato di comunicazione con e per gli studenti;
2) Agenzia Casa. Prevede la creazione di un servizio per la ricerca degli alloggi per gli studenti fuori sede;
3) Nuovi servizi in nuovi luoghi - Integrazione di spazi e strutture per lo studio. Prevede la realizzazione di piccole biblioteche moderne all’interno dei centri polifunzionali, con connessione wi-fi; l’organizzazione di incontri culturali multidisciplinari con la collaborazione di studenti stranieri; l’attivazione di servizi per l’integrazione di studenti disabili; la realizzazione di un salone per lo studente, con annesso sito web di riferimento per contatti diretti con le aziende.
4) Spazi e strutture per lo studio - Aumento dell'offerta dei servizi. Contempla Bibliolab; Movielab, piccolo laboratorio cinematografico; “Io giuro studierò”, sala studio nel più grande parco della città; Muslab, laboratori ambulanti di musica (sala prove e registrazione);
5) Mobilità urbana. Punta all’integrazione dei servizi di trasporto pubblico.
6) Non solo studio - Attività culturali studentesche e rassegne. Prevede rassegne musicali; teatro studentesco; rassegne cinematografiche; iniziative autogestite dagli studenti.
7) Interventi nel campo della cultura -Aumento offerta culturale. Prevede workshop con autori e musicisti; incontri con giovani scrittori emergenti; concorsi per band composte da giovani universitari; concorsi per corti cinematografici; attività a supporto e sostegno di progetti ed eventi multidisciplinari.
8) Integrazione della didattica tramite e-learning. Possibile attraverso l’implementazione della piattaforma Moodle esistente e l’attivazione di servizi di certificazione on line.
9) Comune universitario - Creazione di servizi per favorire il rapporto tra Università ed Enti locali. Contempla tavoli di consultazione; conferenza permanente; guida alla città universitaria.

Commenta Stampa
di AnFo
Riproduzione riservata ©