Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scoperti due casi di false autocertificazioni

L'Aquila: slitta a gennaio la consegna delle case


L'Aquila: slitta a gennaio la consegna delle case
25/11/2009, 17:11

L'AQUILA - Continua a slittare la consegna delle case che il governo sta facendo costruire a L'Aquila. Anche se si tratta di casermoni tirati su in fretta e senza rispettare le norme antisismiche, la costruzione, adesso che le TV non ci sono più, va molto a rilento. La consegna, inizialmente prevista per ottobre, e poi spostata a dicembre, adesso è slittata ancora a fine gennaio. E continuano ad essere solo 6000 le persone che, dopo il terremoto del 6 aprile, sono rientrate nelle loro case o sono state alloggiate in abitazioni più o meno provvisorie, mentre sono 20 mila quelle che si trovano in alberghi entro un raggio di un centinaio di chilometri dal capoluogo abruzzese. Oltre ad un migliaio di persone che sono nelle poche tendopoli rimaste, abbandonati a se stessi, e che tra pochi giorni non avranno più alcun aiuto della Protezione Civile.
Nel frattempo sono stati scoperti due casi di autocertificazione falsa: sono due casi in cui, per essere messi più avanti nelle liste di prenotazione, si è mentito sul numero di componenti del proprio nucleo familiare. In uno di questi casi, la famiglia in questione è stata allontanata dalla casa, in quanto non c'erano i requisiti; nell'altro si è provveduto solo allo spostamento in un altro appartamento più piccolo. In entrambi i casi, essendo la falsa autocertificazione un reato penale, sono iniziate le indagini della Procura di L'Aquila.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©