Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tre scosse telluriche, la più forte di magnitudo 2,9

L'Aquila: trema la terra nella notte, ma nessun danno


L'Aquila: trema la terra nella notte, ma nessun danno
27/05/2010, 10:05

L'AQUILA - Un po' di spavento, per coloro che hanno avvertito la vibrazione, ma nessun altro problema, a causa delle tre scosse di magnitudo superiore al secondo grado della scala Richter che hanno colpito l'Aquilano nella notte. La prima è avvenuta alle 00.45, in provincia di L'Aquila, tra i comuni di Barete,Cagnano Amiterno, Capitignano, Montereale, con magnitudo 2,9 ed ipocentro (cioè il luogo da cui è scaturito il sisma) situato a quasi 11 chilometri di profondità. 13 minuti dopo dallo stesso punto è partita una nuova scossa, di magnitudo 2,5; probabilmente una cosiddetta "scossa di assestamento".
Infine, alle 1.38, una nuova scossa di magnitudo 2,9 ha colpito tra le province di Aquila e di Rieti.
Nessuna di questa scosse ha provocato danni a cose o persone; ed è stata sentita solo dalle persone che abitavano ai piani alti delle abitazioni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©