Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“L’Arcobaleno dello Sport”, Napoli diventa capitale dell’integrazione


“L’Arcobaleno dello Sport”, Napoli diventa capitale dell’integrazione
31/05/2011, 14:05

Nel contesto della Giornata Nazionale dello Sport, il Comitato Provinciale del Coni di Napoli ha organizzato per domenica 5 giugno, presso lo stadio Collana di Napoli (ore 09.30/12.30), la seconda edizione della manifestazione L’Arcobaleno dello Sport, festa multietnica riservata ai figli degli immigrati di età compresa tra i 10 e 15 anni, che si esibiranno, insieme ai ragazzi napoletani, in attività ludico-sportive. Presenti, in totale, circa 2.000 giovanissimi di 60 nazionalità differenti.

La manifestazione è stata presentata questa mattina presso la sala conferenze del Palabarbuto da Amedeo Salerno, presidente CP Coni Napoli, Gabriella D’Orso, vice Prefetto e responsabile dell’Area immigrazione della Prefettura di Napoli, Margherita Dini Ciacci, numero uno di Unicef Campania, Raimondo Bottiglieri, coordinatore Ufficio Provinciale Educazione Fisica e Sportiva, Cesare Falchero, presidente Edenlandia, e Sergio Roncelli, vicepresidente Coni Napoli. “Cooperare è fondamentale per dare regole certe ai ragazzi di oggi, siano essi italiani o stranieri, che faticano a trovare punti di riferimento”, ha dichiarato il presidente Salerno. “Il nostro compito è toglierli dalla strada e insegnare il valore dell’integrazione attraverso lo sport: siamo certi che i figli degli immigrati contribuiranno, insieme ai nostri figli, alla crescita e allo sviluppo del territorio”.

Organizzato dal Coni Napoli e patrocinato dal Ministero dell’Interno, L’Arcobaleno dello Sport verrà aperto domenica dal saluto del Cardinale Crescenzio Sepe, quindi dopo la sfilata di tutte le associazioni e scuole aderenti i ragazzi si esibiranno in quindici discipline sportive: i più piccoli in percorsi ginnici di destrezza ed equilibrio, i più grandi giocheranno a basket, badminton, bowling, braccio di ferro, calcio, calcio da tavolo, cricket, judo, palla tamburello, pallavolo e tennistavolo. I giovani immigrati arrivano da tutto il mondo: Cina, Nigeria e Sri Lanka le nazioni più rappresentate.

L’evento si colloca nel contesto della Giornata Nazionale dello Sport, giunta all’ottava edizione, che si svolgerà in tutta Italia e all’ombra del Vesuvio avrà come palcoscenico i 33 Comuni della provincia partenopea che hanno aderito. Il tema della manifestazione quest'anno è “Lo sport ci unisce”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©